31 Luglio 2021
Pubblicato il 31 Luglio, 2021

Tempo di lettura: 9 minuti

La Crescita personale,  cosa vuol dire, a cosa serve, come farlo, i vantaggi che otterrai,  corsi e i libri.

Ascolta, se preferisci, la mia versione audio dell’articolo

 

Il significato

Crescere vuol dire diventare più grande, aumentare le proporzioni relativamente a qualcosa ma significa anche progredire, avanzare, perfezionarsi. In generale cresci quando passi da una condizione A di partenza a una di arrivo B attraverso un processo di apprendimento, una delle più importanti funzioni cognitive della mente.

Oggi ti parlo in particolare della tua crescita come persona intesa come unità, come individuo in relazione quindi al tuo Sé, a come ti percepisci e a come ti vedono gli altri nel tuo contesto sociale.

Partendo da una base comune, crescere vuol dire acquisire nuove informazioni, nuovi concetti i quali, legandosi ai precedenti, ne generano di nuovi più complessi e articolati. Tutto questo grazie alle nuove interconnessioni, le sinapsi, che collegano tra di loro le cellule neuronali che contengono i concetti stessi.

Hard e Soft skills

Ottieni quindi un risultato in termini di crescita personale per il solo fatto di apprendere nuove cose che ti fanno diventare una persona diversa da come eri prima.

Hard skills

La crescita personale derivante da questo processo di apprendimento può realizzarsi attraverso l’acquisizione di nuove competenze, conoscenze e abilità, in un ambito specifico, quelle conosciute come hard skills. Rientrano tra queste per esempio imparare a cucinare, a dipingere, a programmare computer e tanto altro ancora. Arricchisci le tue hard skills quando, in particolare, studi o frequenti corsi di specializzazione nel tuo ambito lavorativo per imparare, per esempio, a usare un nuovo strumento, dispositivo o macchinario.

Soft skills

Quando, invece, apprendi nuove conoscenze, abilità che coinvolgono i processi cognitivi della mente e che possono rivelarsi utili in diversi ambiti, indipendentemente dalle competenze tecniche specifiche, sono dette invece soft skills. Queste ultime possono essere intese come meta conoscenze in quanto esse ti consentono anche di migliorare le tue capacità e possibilità di apprendere le hard skills come ad esempio acquisire un efficace metodo di studio. Quest’ultimo ti può essere utile per imparare meglio e più in fretta le competenze specifiche di una hard skill.

Il termine soft skills fu coniato dall’U.S. Army negli anni ‘60 con riferimento a tutte quelle abilità che non prevedono l’uso di macchinari.

La crescita personale deriva dunque, in generale, dall’acquisizione di nuove conoscenze che vanno ad arricchire sia le tue competenze specifiche che il tuo patrimonio culturale.

Quale che sia l’area dove ti concentri, hard o soft, la cosa importante è esporsi continuamente e costantemente all’apprendimento di nuove cose perché siamo dei meravigliosi organismi progettati per imparare e adattarsi all’ambiente circostante. Non farlo sarebbe come arare un campo con mucca e aratro lasciando il trattore a prendere polvere nel fienile che invece potrebbe migliorare e velocizzare il lavoro.

Cosa imparare allora per la tua crescita personale?

Cosa scegliere per la tua crescita

Un modo efficace per fare la scelta giusta per te è scrivere una lista di cose che ti

  • piace fare o imparare
  • può essere utile per imparare un mestiere, una professione o migliorare quella attuale se ne svolgi già una.

Tra quelle che hai scritto scegli ora quelle più importanti per te perché ti possono essere utili o perché la sola idea di impararle ti emoziona.

La Ruota

Una tecnica molto efficace per valutare la tua crescita personale complessiva o relativa a un ambito specifico è la Ruota. È uno strumento grafico che utilizzo spesso nelle sessioni di coaching per guidare i miei clienti a valutare i diversi ambiti della loro vita e che si rivela particolarmente utile per identificare i propri obiettivi.

crescita personale ruota

Le soft skills essenziali per la crescita personale

Fatta questa premessa sulla crescita personale voglio ora soffermarmi sulle soft skills in particolare. Questo perché, come ti dicevo, il loro apprendimento ti potrà tornare sempre utile in diverse circostanze e predisporti inoltre ad apprendere conoscenze e abilità negli ambiti specifici di tuo interesse.

Tra le soft skills si è spesso soliti ricomprendere un lungo elenco di conoscenze e competenze. In questa occasione trovo utile dedicare più tempo ad alcune di esse che penso siano essenziali per coloro che desiderano essere persone migliori e di successo.

Ecco allora di seguito le soft skills che credo debbano necessariamente essere parte del patrimonio culturale e personale di ciascuno.

La gestione dell’emotività e dello stress

Le emozioni è noto che influiscano intensamente sui pensieri e sui comportamenti ed è pertanto utile prenderne consapevolezza e il controllo. Quest’ultimo può essere ottenuto conoscendo te stesso e applicando anche tecniche per guidare la mente a sperimentare le emozioni giuste nelle specifiche circostanze. Una tecnica particolarmente efficace è l’ancoraggio la quale ti consente di ancorarti appunto a un’emozione a tua scelta nel momento in cui ti è utile.

Se vuoi, per esempio, affrontare un esame universitario con la necessaria serenità puoi agganciarti mentalmente al momento in cui l’hai vissuta in precedenza come durante una passeggiata nel parco o su una bellissima spiaggia. La gestione delle emozioni si rivela particolarmente utile per combattere lo stress eccessivo, il cosiddetto distress, i cui effetti psicosomatici possono essere molto deleteri se non intervieni per tempo.

La capacità di essere concentrati sul presente

La mente, e l’attenzione in particolare, è dispettosa e tende spesso a vagare da un pensiero all’altro, da problemi avuti in passato a difficoltà intraviste per il futuro. E questo ti fa perdere la consapevolezza di quello che sta accadendo nel presente. La presenza mentale, così come la definisce Thích Nhất Hạnh nel suo libro, è una capacità fondamentale da acquisire, curare e mantenere. Questo se vuoi essere certo di vivere pienamente le esperienze del momento e concentrare la tua attenzione e le energie su ciò che fai.

Attenzione Thich Nat Han

Il Tai chi chuan

Per ottenere questo risultato puoi comprenderne a fondo il significato, i vantaggi e fare pratica per imparare ad applicare sempre il cosiddetto qui e ora in tutte le attività che svolgi, anche le più semplici. Personalmente trovo particolarmente efficace in proposito la pratica del Tai Chi Chuan, un’arte marziale cinese che, svolta molto lentamente, ti guida in una sorta di meditazione dinamica. In tal modo educhi di fatto, non solo il corpo, ma soprattutto la mente a mantenere l’attenzione su ogni più piccolo movimento che esegui.

Concentrarsi col tai chi chuan

L’attitudine a entrare in empatia con le persone

Siamo fisiologicamente empatici grazie al lavoro che svolgono i nostri neuroni specchio. Questi ultimi, come ha dimostrato il dott. Giacomo Rizzolatti attraverso i suoi esperimenti con le scimmie, ci inducono anche a provare le stesse emozioni dei nostri simili. Per una serie di ragioni, tuttavia, spesso riusciamo a ignorare queste informazioni neurologiche e, di conseguenza, facciamo fatica a comprendere lo stato d’animo degli altri. Questa capacità è determinante, specie se vuoi comunicare in maniera efficace, e richiede l’uso dell’intelligenza emotiva così come definita dallo psicologo statunitense Daniel Goleman.

Daniel Goleman intelligenza emotiva

Daniel Goleman

Attenzione al linguaggio

In particolare, per entrare in empatia con le persone, è necessario osservarle attentamente cercando di cogliere ogni informazione utile dal linguaggio verbale, paraverbale e soprattutto non verbale. Così sarà più probabile che tu riesca, in modo consapevole o inconsapevole, a comprendere il suo punto di vista e trovare la maniera migliore per ottenere il tuo obiettivo nel rispetto delle sue esigenze.

La capacità di definire obiettivi e piani d’azione

Conoscere i tuoi desideri più profondi, quelli che ti generano intense emozioni, ti consente di dirigere la tua attenzione e, di conseguenza, le tue energie fisiche e mentali sugli obiettivi che possono farti raggiungere proprio quei risultati tanto agognati. I vantaggi del porsi obiettivi e perseguirli sono innumerevoli e coinvolgono specifiche aree del cervello. Tra questi emerge in particolare l’entrata nel Flow, il flusso, come lo definisce lo psicologo ungherese Mihály Csikszentmihalyi ovvero quella condizione tipica nella quale entri quando sei totalmente immerso in qualcosa che ti appassiona.

Flow

Sapere inoltre come definire dettagliatamente un obiettivo, verificando che possegga tutte le caratteristiche per essere considerato tale, e stilare un piano cronologico di azioni concrete da mettere in atto ti darà ulteriori garanzie di successo.

La comunicazione efficace e persuasiva

Riuscire a comunicare agli altri i tuoi punti di vista, gli obiettivi che vuoi raggiungere e i vantaggi di ottenere risultati comuni è indubbiamente una delle capacità più importanti da possedere in una società dove la comunicazione domina in tutte le sue forme. Saper comunicare richiede, a sua volta, di padroneggiare competenze parallele riguardo a

  • ascolto attivo
  • uso del linguaggio appropriato
  • parlare in pubblico

che possono essere apprese e messe in pratica facendole diventare capacità inconsapevoli da utilizzare sempre.

Le abilità necessarie a migliorare l’apprendimento

Pur essendo una funzione naturale e spontanea della mente, puoi rendere l’apprendimento in generale, e nello studio in particolare, molto più efficace se impari ad imparare meglio. Puoi quindi in proposito acquisire metodi e tecniche specifiche come

  • la lettura veloce
  • un metodo di studio
  • le tecniche di memoria

che io scoprii già nel 1992 grazie a MeMo, memoria e metodo. Un corso a fascicoli e audio cassette che, per l’epoca, era un’opera innovativa e ben fatta. Da allora ho continuato ad approfondire questi argomenti che ritengo universalmente utili e particolarmente efficaci nello studio e nell’apprendimento scolastico. La loro acquisizione, unita alla necessaria pratica per farle diventare competenze inconsce, ti consentirà di essere più efficace per imparare ogni altra cosa. Puoi facilmente comprendere che padroneggiarle ti aiuterà inoltre a risparmiare tempo che potrai dedicare all’apprendimento di ulteriori cose che avrai scritto nelle tue liste dei preferiti.

Come diceva un mio trainer durante il percorso di formazione come Coach,

la sera, prima di addormentarti, chiediti sempre cosa ho imparato di nuovo oggi?

Programma di crescita

Sfruttando le liste delle cose che desideri e che devi imparare puoi crearti un vero e proprio programma di crescita personale da perseguire sempre, nell’arco dell’intera vita. Studi scientifici sullo sviluppo della personalità hanno ampiamente dimostrato che esso non è circoscritto a poche fasi della vita, ma che è potenzialmente possibile fino all’ultimo respiro purché adeguatamente curato.

Ostacoli alla crescita

Oltre agli impedimenti oggettivi, legati per esempio alle disponibilità economiche per investire nella crescita personale, gli ostacoli più ardui da superare sono quelli che a volte ci poniamo da soli attraverso le convinzioni. Primo fra tutti la resistenza al cambiamento insita in ciascuno di noi la quale, fisiologicamente e per risparmiare energie cognitive, ci fa spesso preferire la strada vecchia rispetto alla nuova per evitare di faticare o correre rischi. Se però impari ad affrontare e superare le iniziali difficoltà legate al cambiamento, apprezzerai inevitabilmente il piacere di imparare tante cose nuove anche e, soprattutto, quando per farlo dovrai affrontare compiti sfidanti e impegnativi.

Come realizzare la tua crescita personale

Quando avrai definito i tuoi obiettivi di apprendimento e compilato il tuo programma di crescita, potrai perseguirli attraverso le infinite possibilità che la moderna tecnologia, unita alle forme classiche di insegnamento, ti mette a portata di un click anche sul tuo smartphone.

Fonti aperte sul web

Le numerosissime fonti gratuite disponibili attraverso la rete internet ti offrono un’immensa quantità di materiale dal quale apprendere le conoscenze che desideri. Potresti addirittura trovarti di fronte a un problema di eccessiva abbondanza. Ciò ti richiederà, infatti, di aver ben chiaro in mente quello che vuoi imparare e di saper quindi selezionare in maniera critica il materiale necessario.

Puoi trovarlo sui blog, come questo e tanti altri di ottima qualità, siti specializzati e persino autorevoli università internazionali le quali pubblicano in rete tanti corsi gratuiti come ad esempio quelli offerti dalla piattaforma Edx. Qui puoi trovare corsi di alto livello, totalmente gratuiti, salvo una quota dovuta nel caso tu richieda di certificare la frequenza.

Università, in presenza o telematiche

Se, appunto, hai invece bisogno di formalizzare la tua formazione, attraverso un diploma  o la laurea istituzionali, allora devi necessariamente rivolgerti agli enti formativi legalmente abilitati sia pubblici che privati. Questo tipo di formazione è disponibile, non soltanto in presenza, ma anche online specie dopo le note restrizioni dovute alla pandemia da Covid.

Formazione di settore

Tanta formazione, specie riguardante le soft skills, è offerta da professionisti e dalle numerose aziende specializzate nel settore che offrono corsi in presenza, ma anche in questo caso trasformati in seminari online, i cosiddetti webinar, audio e video corsi da seguire anche offline.

Su questo sito, per esempio, puoi trovare il mio video corso, Realizza i tuoi sogni, col quale puoi acquisire molte delle soft skills di cui ti ho parlato e, in particolare,

  • la gestione emotiva e dello stress,
  • l’utilizzo della creatività e
  • la definizione di obiettivi e piani d’azione.

Puoi trovare maggiori dettagli nella pagina dedicata ai corsi online.

Libri di crescita personale

Ricorda il caro e sempre utile libro, disponibile oggi anche in formato digitale, l’ebook, attraverso il quale puoi dedicare il tuo tempo a uno studio più intimo e approfondito. Come sempre te ne segnalo alcuni, oggi qualcuno in più, nella bibliografia dell’articolo che troverai al termine della lettura.

Libri crescita personale

Esperienza pratica

Chiudo con la necessaria, indispensabile esperienza pratica che deve seguire naturalmente lo studio teorico affinché le nuove conoscenze, abilità e competenze acquisite diventino componente inconsapevole della tua continua crescita personale.

Mappa mentale crescita personale

Mappa mentale articolo

Bibliografia

Il miracolo della presenza mentale -Thích Nhất Hạnh

Tai chi Chuan – Dr. yang, Jwing – Ming

Psicologia generale – Paolo Cherubini

Intelligenza emotiva – Daniel Goleman

Coaching – John Whitmore

Le armi della persuasione – Robert Cialdini

Learning how to learn – Joseph Novak

Flow – Mihály Csikszentmihalyi

Usiamo la memoria – Tony Buzan

 
Lascia la tua recensione
 
Sintesi delle recensioni
5
Rated 5 out of 5
5 su 5 stelle (basato su 30 recensioni)
Eccellente100%
Molto buono0%
Nella Media0%
Scarso0%
Terribile0%
 
Le recensioni recenti

Articolo molto utile

Rated 5 out of 5
1 Agosto 2021

La lettura di questo articolo mi ha aperto nuove finestre sulla realtà. Possiamo fare più di ciò che immaginiamo con le nostre forze e poi, la cultura è fondamentale e Giuseppe nei suoi articoli la trasmette pienamente.
Grazie Giuseppe per il tuo grande aiuto.

Giulia

Response from SinaPsiCoaching

Grazie Giulia 😊