26 Marzo 2019

Tempo di lettura: 5 minuti

Last Updated on 26 Febbraio 2021 by Giuseppe

Vuoi comprendere il politicheseVuoi essere efficace e ottenere dagli altri informazioni specifiche? Oggi ti spiego il metamodello linguistico della PNL: uno schema di domande da usare quando ci vedi…poco chiaro.

Nell’articolo La differenza tra quello che dici e quello che è ti avevo anticipato qualcosa in proposito. Quindi puoi rileggerlo per integrarlo con ciò che ti illustrerò oggi.

Gestione della Memoria

Ogni giorno i nostri sensi raccolgono informazioni sul mondo che ci circonda le quali subiscono l’attenta valutazione da parte della Memoria di lavoro che definisce cosa conservare e cosa affidare all’oblio. Questo lavoro di selezione e adattamento viene svolto dalla mente attraverso i meccanismi della:

  • cancellazione di informazioni inutili,
  • generalizzazione di situazioni che possono aiutare a gestirne altre simili e
  • distorsione ovvero l’adattamento di qualcosa per renderla più gestibile.

Quando, però, viene il momento di usare le parole per descrivere la realtà del mondo che abbiamo ricostruito mentalmente, ecco che lo facciamo applicando ancora quegli stessi meccanismi, cancellazione, generalizzazione e distorsione che comportano la rappresentazione verbale.

Grammatica trasformazionale

Noam Chomsky Grammatica trasformazionale

Noam Chomsky

Il linguista Noam Chomsky, nel suo famoso libro La Grammatica trasformazionale, spiega che quando raccontiamo la nostra interpretazione dell’esperienza del mondo lo facciamo componendo frasi che possono essere riconosciute con una struttura profonda, cioè completa di tutti gli elementi, o con una superficiale che è mancante di qualcuno di quegli elementi. E questa mancanza può generare delle difficoltà che vanno da una semplice incompresione fino a stati di ansie e depressione.

Il Metamodello

Nel 1975 Richard Bandler e John Grinder, dopo aver modellato, cioè estratto la strategia utilizzata da due noti e particolarmente efficaci psicoterapeuti, Virginia Satir e Milton Erickson, scelsero un gruppo di 14 domande, che chiamarono Metamodello, analiticamente illustrato nel libro La struttura della magia che può essere considerato la pietra miliare della PNL (Programmazione Neuro Linguistica)

A cosa serve?

Molto semplicemente serve a rendere specifica un’affermazione che risulta generale. E questo può essere utile in molti ambiti della vita, in particolare se sei un:

  • Coach
  • genitore
  • leader in qualsiasi settore
  • giornalista

Porre una domanda di Metamodello, nello specifico appunto, aiuta le persone che la ricevono a recuperare le parti di frasi che, nel descrivere la propria visione dell’esperienza del mondo, sono state cancellate, generalizzate o distorte. Ciò consente di ricomporre la struttura completa, profonda, da quella superficiale con la conseguenza che l’interlocutore riesce ad avere una visione più specifica della realtà e ad essere più efficace con se stesso e con gli altri.

La condizione essenziale da soddisfare per l’uso efficace delle domande è riuscire a riconoscere la parte mancante tra le parole usate dall’interlocutore. Vedrai, sarà facile farlo seguendo i pratici esempi che di seguito ti descriverò suddividendo la tipologia di domande in 4 parti e cioè

  • Cancellazioni,
  • Generalizzazioni,
  • Distorsioni e
  • Buona formazione semantica.

Esempi ed esercizi

Per facilitarti il compito ulteriormente ti ho evidenziato le parole chiave da utilizzare nelle domande, anche utilizzando sinonimi più colloquiali se necessario.

Cancellazioni.

Comparativi

Credimi, hai fatto fatto la scelta migliore

Dici? Rispetto a quale intendi?

Superlativi

Si, ne sono convinto, è la più efficace.

Capisco, e paragonata a quale?

Possibilità

Eh si, perchè vedi, non si può proprio fare in maniera diversa. 

Sicuramente hai le tue ragioni per pensarlo e spiegami cosa potrebbe succedere se si tentasse un’alternativa?

Necessità

No fidati, è assolutamente necessario fare così.

Ah ok, ed è una tua idea o di qualcuno in particolare? Sono anche curioso di capire cosa potrebbe mai succedere se non si facesse esattamente come dici.

Avverbi in  ‘…mente’

Sarebbe certamente un errore agire in maniera diversa.

Beh, da come lo dici c’è da crederci e spiegami soltanto in base a cosa ritieni sia certo.

Generalizzazioni

Verbi non specificati

Mah, ora su due piedi non ti saprei dire precisamente, quello che so è che bisogna agire e subito. 

Certo, immagino che la tempestività sia spesso utile e, tanto per avere le idee più precise, cosa intendi esattamente quando dici che bisogna agire?

Indice referenziale non specificato

E poi ti assicuro che sono tutti concordi su questa linea. 

Ah, e chi, in particolare?

Equivalenza complessa

L’inerzia denota mancanza di volontà di affrontare i problemi. 

Certo, capisco cosa intendi e toglimi una curiosità, credi che l’inerzia sia necessariamente legata alla mancanza di volontà?

Causa / effetto

Si, e ti dirò di più, mi fa anche tanto arrabbiare. 

Ah, mi dispiace, e cosa ti fa arrabbiare in particolare?

Distorsioni

Nominalizzazioni

Eh beh, l’essere stato costretto a prendere una decisione difficile. 

Mi rendo conto, e dimmi riesci a pensare a un modo per decidere in maniera più aderente a quello che vorresti?

Buona formazione semantica

Lettura del pensiero

Si, potrei, ma sono certo che non mi comprenderebbero.

È comprensibile che questo ti dia pensiero anche se, non so, spiegami, come fai a sapere che non ti comprenderebbero?

Presupposizioni

Perchè se si presentano come al solito con le solite frasi fatte non mi lasciano alternative. 

A quali frasi ti riferisci in particolare?

Performativa perduta

Mah, ora non ti saprei dire esattamente, quello che so è che ormai è imprescindibile fare come ti ho detto. 

Fai bene ad essere determinato, e dimmi secondo chi, nello specifico, è imprescindibile?

Ma…

Comunque io sarei anche disposto a valutare delle alternative, ma il loro atteggiamento mi fa sentire un pò sotto pressione. 

Eh, immagino, dunque, se ho capito bene, se non ti sentissi sotto pressione, saresti disposto a prendere in considerazione delle alternative?

Pratica giornaliera

Ecco, questo in estrema sintesi, un esempio di applicazione delle domande del Metamodello al quale puoi fare riferimento per iniziare ad esercitarti fino a che non avrai acquisito la necessaria dimestichezza nel riconoscere le circostanze nelle quali applicare la domanda più utile per ottenere l’informazione specifica che cerchi.
Puoi cominciare con due o tre e scrivere, ogni giorno, dieci frasi con relativa domanda per ogni schema per esempio con i comparativi e i superlativi.

Per aiutarti a superare tranquillamente i primi, comprensibili momenti di incertezza puoi esercitarti scaricando gratuitamente la mia guida

Il Metamodello della PNL

(in pratica)

Applicazioni

I campi applicativi sono molteplici, specie nella vita di tutti i giorni, con i figli, gli alunni, il partner e, ovviamente, nei rapporti di lavoro e commerciali. Grazie a queste domande tipiche potrai aiutare, per esempio, i tuoi clienti a capire meglio cosa desiderano e offrire loro dunque il prodotto o servizio più soddisfacente.

Per esempio:

Vorrei un paio di scarpe comode.

  • Cosa intende per comode?
  • Per svolgere quale attività?
  • Intende morbide e senza tacchi?
  • Come è fatta una scarpa che considera comoda?

E così via fino a che il giudizio sia identificabile oggettivamente, in modo concreto.

Raccomandazioni

Queste domande richiedono spesso a chi le riceve di scuotere i propri schemi mentali, stereotipi che, come ti ho descritto in altri articoli, ci aiutano a gestire un maggior numero di informazioni impiegando minori energie cognitive.

Capita, tuttavia, che sia utile spendere qualche risorsa mentale in più per ottenere risultati qualitativamente più soddisfacenti. Quando poni le domande è quindi necessario essere consapevole che andranno a smuovere la cosiddetta zona di comfort dell’interlocutore e pertanto dovrai:

  • Creare e mantenere un rapporto empatico ed
  • Evitare di eccedere con troppe domande incalzanti per non sovraccaricare il destinatario.

E, soprattutto, fai molti esercizi con la mia guida gratuita

Il Metamodello della PNL

(in pratica)

Mappa mentale Il Metamodello della PNL

Mappa mentale articolo

 

Prenota la tua sessione di coaching gratuita

Iscriviti al videocorso Realizza i tuoi sogni

Aggiornato il 25.2.2021