24 Luglio 2018

Tempo di lettura: 5 minuti

In questo articolo ti parlerò del Pranic healing, ovvero della guarigione con l’energia vitale ottenuta applicando una semplice tecnica.

Ma sei proprio sicuro che non sia vero? E…se lo fosse e non si può ancora dimostrare con le conoscenze attuali?

Stavo pensando alle cose che esistono, ma che non sono percepibili dai sensi umani come ad esempio l’elettricità, invisibile, il fischio ad ultrasuoni che i cani sentono e noi no oppure ancora il magnetismo che si rivela a noi soltanto in presenza di un magnete che attrae un altro magnete o un oggetto ferroso.

Simbolo del Tao

Simbolo del Tao

Quando ci troviamo di fronte a casi del genere tendiamo generalmente allo scetticismo fino a che qualcosa o qualcuno non ci fornisce delle prove dell’esistenza di quel fenomeno. La stessa Psicologia, e la Scienza in particolare, confuta tutto ciò che non sia dimostrabile in maniera empirica ossia con un procedimento che, ripetuto, fornisca sempre lo stesso risultato.
Riflettendo su questo ho dedotto che, se da un lato il metodo empirico ci dà la certezza del risultato e quindi della teoria che si vuole dimostrare, dall’altro, di fatto, ci potrebbe privare di potenziali benefici soltanto perché non siamo riusciti ancora a dimostrarne l’esistenza.

Cosa fare

È quello che mi sono chiesto mentre frequentavo un corso di Pranic Healing, guarigione con l’energia, che mi aveva incuriosito, dove mi hanno parlato di una aura, un corpo energetico nel quale il nostro corpo è contenuto e la cui distribuzione sovrintende alla salute del corpo fisico.

Due leggi fondamentali

Master Choa Kok Sui, il maestro contemporaneo, non più in vita, che lo ha diffuso in tutto il mondo attraverso i suoi insegnamenti e i suoi libri, spiegava che il Pranic Healing si basa su due leggi fondamentali:

Master Choa Kok Sui

Master Choa Kok Sui

  • il corpo tende a guarire da solo (Autoguarigione)
  • per vivere è necessaria l’energia vitale (Prana o Chi)

Il Pranic Healing o Chi Kung accelera il processo di guarigione aumentando l’energia vitale nella/e zona/e malata/e e in tutto il corpo e favorendo il benessere generale.

I Chakra

In condizioni normali l’energia fluisce regolarmente attraverso i meridiani, minuscoli e invisibili canali, come dei vasi sanguigni, lungo i quali ci sono oltre 300 punti, Chakra, in India, o U suè in Cina attraverso i quali si può agire per ripristinare il flusso regolare. I punti più importanti sono alcuni sette per altri undici (vedi immagine).

Depressioni e Congestioni

Chakra

Chakra

In presenza di squilibri, l’aura presenta delle depressioni, carenza di energia, o congestioni, eccesso di energia, che si percepiscono come dei bubboni più o meno grossi. A quel punto l’Healer, il guaritore, eseguendo le manovre di base, misura con le mani la regolarità dell’energia e, quando percepisce uno squilibrio, per esempio una congestione, comincia a ridurla rimuovendo con le mani e gettando l’energia in eccesso in una bacinella contenente acqua e sale adatta a disintegrare gli scarti di energia.

Proiettare energia sana

Dopo aver pulito per benino, il guaritore si predispone per proiettare sulla parte sofferente un bel flusso di energia sana (i vecchietti come me ricorderanno il raggio fotonico di Jeeg robot d’acciaio…qualcosa di simile  🙂 ). Con una mano, protesa verso l’alto, riceve l’energia dal sole e con l’altra, orientata sulla parte interessata del paziente, proietta energia pulita fino a che non percepisce la sensazione che il paziente è saturo ed è in grado di riprendere le sue normali attività.

Scanning

Dopo aver ascoltato la parte teorica, è venuto il momento di fare degli esercizi. Per esempio, quello che chiamano scanning, ovvero avvicinare, senza toccare, la mano al corpo del compagno per sentire, percepire la sua aura cioè lo strato di energia vitale, che chiamano Prana o Chi. E quando l’istruttore mi ha chiesto Dove la senti l’energia? io l’ho guardato, poi ho guardato la mia mano e gli ho risposto… Qui! sento del calore sotto il palmo della mano.

Si – mi ha risposto – puoi avvertirlo come un calore, una pressione, una vibrazione. E mentre lo diceva allungava la sua mano e, più o meno nello stesso punto in cui l’avevo avvertito io, annuiva dicendo che avevo avuto ragione. Era proprio lì! Dai, su, è suggestione! confesso di aver pensato. Poi, però, la cosa si è ripetuta nell’esercizio successivo, in quello dopo e in quello dopo ancora e, ogni volta, quella sensazione di calore l’ho avvertita in un punto diverso poi più o meno confermato dall’istruttore.
A quel punto mi sono detto È possibile che abbia orientato la mia attenzione selettiva su qualcosa che prima avevo ignorato? Confesso che il Coach e lo Psicologo, che ogni tanto litigano nella mia mente, questa volta hanno convenuto sulla tesi che Finché funziona è Ok!

Sweeping

E infatti ha funzionato! Avevo un dolore alla spalla che mi stava assillando da oltre un anno e, dopo che la mia compagna di corso ha applicato lo Sweeping, ovvero la rimozione di energia in eccesso, il dolore era quasi scomparso.

Oh, oh! mi sono detto, qui c’è qualcosa che bisogna approfondire.

E così, nonostante la mia predisposizione a uscire dalla zona di comfort, ho dovuto faticare un po’ per zittire il mio dialogo interno e aprire la mente a qualcosa che probabilmente avrei dovuto prendere quanto meno in considerazione e approfondire.
Ammetto che queste cose hanno richiamato alla mia mente concetti già presi in considerazione quando frequentavo una palestra di Kung Fu, ove sostenevano più o meno gli stessi principi. Il mio Sifuil maestro, raccontava che già l’Imperatore giallo, Huang Di, circa 3.000 anni fa, pagava i suoi medici per non ammalarsi e, se questo invece accadeva, gli faceva tagliare la testa.

Esperimenti pratici

Nei giorni successivi, un pò per fare il fico un pò per fare pratica ho provato ad applicare gli insegnamenti appresi e, in tutti i casi, le persone mi hanno riferito, confesso con mia grande sorpresa, di aver sentito qualcosa durante il trattamento e benefici alla fine. Poi ho provato l’autotrattamento alla mia spalla dolorante cronica e…ha funzionato.

Boh! Sai che c’è? Ma quante domande…funziona? Si, e allora lo faccio e chi se ne frega se non ci sono evidenze scientifiche.

Il rischio maggiore è che non funziona? Ok! Tanto, tutto sommato è gratis!

Rhonda Byrne, nel suo libro The secret, sostiene che le cose non accadono mai per caso, ma perché, con l’energia elettromagnetica prodotta dai nostri pensieri, le attiriamo (vds. Legge dell’attrazione)

Ti invito, quindi, a riflettere su eventi, situazioni, teorie che la logica ci indurrebbe ad ignorare ma che, forse, potrebbero rivelarsi utili o, per meglio dire, l’uovo di Colombo di tante situazioni dalle quali facciamo fatica ad uscire.

Ogni tanto potremmo semplicemente dire Cosa ho da perdere a provare?

Enjoy your life!

Ecco la Mappa mentale dell’articolo così potrai ricordare meglio i contenuti.

Mappa mentale Pranic healing

Mappa mentale articolo

Gli articoli che leggi sono un mio libero contributo alla tua felicità e al tuo benessere e sono gratuiti. Sarò veramente felice quando vorrai condividerlo e scriverai qui di seguito un tuo commento, importantissimo per me per conoscere il tuo punto di vista.

 

Prenota la tua sessione di coaching gratuita

Iscriviti al videocorso Realizza i tuoi sogni

Aggiornato il 6 Mar 2021